Come la montatura ti cambia il gioiello

 

Cosa fa di un gioiello un capolavoro artigiano? Perchè certi gioielli, che pure presentano pietre bellissime, ai nostri occhi sembrano più poveri, improvvisati, e meno desiderabili di altri che magari non hanno pietre di gran valore?

La risposta è : la qualità artigiana.

Nelle fiere, nei negozi specializzati e su alcuni shop online si trovano montature pronte all’uso adatte per i fai-da-te, montature per anelli solitari, monachelle per orecchini in perle, pavè per chi vuole mettersi alla prova con le mini pietre. Ci si può improvvisare gioiellieri, spendendo anche poco, e il risultato finale, con un pò di manualità ed esperienza, può essere anche gradevole.

Ma nulla al confronto dei gioielli che si trovano esposti nelle gioiellerie, pubblicizzati anche nei giornali. Cosa fa la differenza?

La risposta è l’arte artigiana che trasforma un semplice abbozzo di gioiello in un manufatto complesso e finemente lavorato.

Spesso non ci si rende conto della manualità che vi sta dietro un grande gioiello. Girando fiere, mercatini e centri commerciali si trovano innumerevoli gioielli più o meno preziosi di modico prezzo e viene da chiedersi perchè quei gioielli esposti nella vetrina del negozio in centro abbiano un prezzo tanto elevato. Certo vi è il valore della pietra, certificato dal negoziante, magari un diamante e non un cubic zirconia. Ma anche la montatura ha la sua parte. Quante volte si torna a casa da un mercatino e si mettono quegli orecchini appena comperati e subito si sente il fastidio all’orecchio? Quante volte si indossa quell’anello acquistato con slancio e si sente lo spigolo della montatura che prude? e il bracciale che lascia il segno verde e dopo un giorno si perde perchè la chiusura non è ben fatta?

Inconvenienti.

Inconvenienti che ci fanno perdere l’entusiasmo per il monile appena comperato, e che lo relegano al fondo del portagioie, dimenticandolo per mesi, o anni. 

Perchè invece vi sono gioielli che portiamo tutti i giorni, quei passepartout da cui non ci separiamo mai? Perchè sono comodi, hanno una vestibilità perfetta, senza spigoli, allergeni, e non s’impigliano sui vestiti. Perchè sono luminosi, riflettono la luce, e ci danno l’impressione di essere di una bellezza ‘eterna’ e intramontabile.

Dietro questa perfezione sta un lungo lavoro di oreficeria. Per rendersi conto del valore di queste opere artistiche ci si deve sedere e ammirare la manualità di questi uomini che con pazienza plasmano il loro gioiello. Ecco un esempio di come si realizza un pavè di diamanti

 

Vedi anche:  giornata aperta al pubblico su come si realizzano i gioielli:  Open Factory 2017 – Facco Gioielli